SOLUZIONE 1

Nelle fasi iniziali la soluzione consiste nella somministrazione di farmaci anti-infiammatori per via orale e nel riposo articolare tramite l’utilizzazione di un tutore facilmente reperibile in commercio. Una infiltrazione di cortisone o di acido ialuronico a bassa viscosità può trovare indicazione in questa fase.

SOLUZIONE 1Farmaci anti-infiammatori

SOLUZIONE 2Trattamento chirurgico

SOLUZIONE 3Tenoartroplastica in sospensione

SOLUZIONE 4Spaziatore con pirocarbonio

SOLUZIONE 5Resezione con pirocarbonio

SOLUZIONE 6La fusione articolare

Il “consenso informato”.

In definitiva il chirurgo deve indicare una procedura chirurgica solo dopo aver considerato l’età, il sesso e le esigenze funzionali del paziente e dopo elencato tutte le possibilità terapeutiche descritte in letteratura, dei risultati prevedibili e di tutte le problematiche associate ad ogni procedura in caso di revisione.